Home
Psicologia
Raziologia
Puzzle della Comunicazione
Diario
Test
Info & Contatti
 
- Bigotto -
riabilita aiuti

Chi è un bigotto? Cosa si intende per bigotto?

Si definisce bigotto colui che vive di ubbie e tenta anche di trasmetterle/imporle alle altre persone.

Il bigotto religioso è una forma particolare e diffusa di bigotto che possiede numerose ubbie ricevute per educazione religiosa.

Il bigotto lo riconosci perché con estrema facilità e semplicità ti dice cosa è bene e cosa è male, cosa devi fare e non devi fare basandosi su credenze rigide sviluppate o tramite la religione o tramite esperienze di vita elaborate irrazionalmente.

Il bigotto è inevitabilmente un soggetto che commette numerosi errori logici, ha una mentalità dicotomica, rigida, chiusa mentalmente e tante e commette tante altre fallacie che lo portano con facilità ad usare regole generali ed assolutistiche senza minimamente rendersi conto che la realtà è più complessa, più sfumata e diversa da quello che vede.

L'esempio classico di bigotto è la donna con famiglia super religiosa che ha appreso rigidamente tutta una serie di visioni su cosa è bene o male, di stampo religioso, e le applica a sé e le impone ai figli e agli altri.

Educare un bigotto è relativamente facile perché di fatto vivere di ubbie è facile, non si fa alcuno sforzo mentale, è tutto schematizzato, è tutto bianco o nero, basta seguire le regole apprese e applicarle senza troppi pensieri.

 

Elenco di disambiguazione: 

- puritano, soggetto che a causa di un'educazione religiosa eccessiva si trova ad avere una sessualità compromessa, odia il sesso o comunque questo è per lo più fonte di disgusto e imbarazzo finendo per rinunciare per gran parte alla sua sessualità come fonte di piacere fisico e mentale. Ad esempio è puritana una donna che non riesce a guardare un porno perché come lo vede pensa sia sbagliato e prova immediatamente un senso di disgusto;

- Ubbioso, insieme di credenze che il soggetto conserva e usa con tutta una serie di deduzioni mentali soggettive e che non sono validate. L'ubbia nasce in diversi modi, ad esempio credere a qualcosa perché le è stato detto così da qualcuno che stima o perché la maggior parte delle persone credono in quel modo (riprova sociale), solitamente l'ubbia si manifesta in due modi "condizionamento lento specialmente in età infantile", la persona lo pensa da sempre e non lo mette in discussione, oppure perché crede a qualcuno che l'ha detto, infatti l'ubbioso tende a rispondere quando interrogato con frasi "perché è così" o "perché l'ha detto Caio quindi è vero";

- ubbia realigiosa. "perché l'ha detto Gesù" o perché è scritto nella bibbia o perché tutti i credenti fanno così, etc..;

- Moralista, colui che pensa che per raggiungere specifici obiettivi esista solo un modo giusto il suo;

- Ignavia, il soggetto nasconde se stesso, evita di farsi scoprire e mette una maschera;

- Perbenista, il soggetto è conscio di quanto sia conveniente conformarsi, anche se poi di nascosto fa tutto quello che non può essere o far apparire alla luce del giorno. Il perbenista sottolinea non tanto il fenomeno di come si comporta con gli altri in modo ignavo, ma di come si comporti di nascosto. Il perbenista lancia giudizi negativi in pubblico, perché vuole apparire come colui che la pensa in quel modo lì, per poi comportarsi in modo nettamente differente quando non è guardato da nessuno. Ad esempio il perbenista è il padre di famiglia che di giorno fa vedere, critica i gay, critica la prostituzione e poi ogni tanto di nascosto sgattaiola fuori casa con una scusa per andare ad escort trans.

 

ultima modifica il: 12-06-2020 - 11:49:43
Sito Realizzato da Palombizio Valerio Giuseppe