Home
Psicologia
Raziologia
Puzzle della Comunicazione
Diario
Test
Info & Contatti
 
- Socialità -
togli aiuti

Cos'è la socialità? Cosa si intende per essere sociali?

Per socialità si intende tutta la componente sociale che un soggetto possiede indirettamente o direttamente. Quella indiretta potrebbe considerarsi come i colleghi di lavoro, il soggetto ha come obbiettivo il lavoro e avrà anche a che fare con colleghi, diretta dove invece quei rapporti e quelle persone sono stati desiderati. Un esempio di socialità indiretta sono le uscite con i compagni di scuola, tutto ciò che è nato indirettamente dall'obbligo scolastico;

socievolezza ed essere socievoli, misura nel momento presente l'abilità al sociale da parte il soggetto. Quanto sa interagire, reagire e di conseguenza anche adattarsi e integrarsi nei gruppi anche solo per la durata della socialità di quei obbiettivi;

socializzazione, evidenzia come il soggetto interagendo cresca come abilità sociali e costruisca rapporti contemporenamente; socialità e socievolezza tendono a crescere di pari passo man mano che il soggetto socializza con altre persone che sono su quello stesso percorso;

affabilità, l'abilità dello small talk, evidenzia l'abilità di saper intrattenere un discorso piacevole con chiunque anche persone appena conosciute aumentando la probabilità di integrazione e costruzione dei rapporti;

cordialità, colui che vive l'interazione con gli altri con emozioni positive che esterna e sono percepite positivamente anche dagli altri che giudicano quella persona per l'appunto cordiale. Sarà cordiale la persona che è felice di vedere qualcuno e che esternerà questa felicità con sorrisi, inviti e facendo percepire quelle emozioni all'altro;

garbo e diplomazia, il soggetto sa come comportarsi affinché nell'interlocutore non nascano emozioni negative che impedirebbero il rapporto

espansività, il soggetto punta ad aumentare il numero di rapporti e conoscenti all'attivo

 

adattamento al sociale si sviluppa in diversi modi a seconda di come il soggetto impara le regole che crede muovere la società intorno a lui, si legga imparare per approfondire.

fenomeno in cui si fonda l'adattamento del soggetto al sociale, sviluppa la sua socievolezza passo dopo passo e in linea con le temptistiche e il livello di adattamento altrui, restare indietro o non riuscire ad adattarsi per altre problematiche come quelle famigliari produce fenomeni di emarginazione, il soggetto viene sempre più emarginato e non socializza, non cresce, non comprende, etc...

 

 

Reinserirsi in società.
Sto abbastanza bene da solo, ma ogni tanto avrei bisogno di frequentare qualcuno, giusto per spezzare un po' la routine, ma mi rendo conto che è troppo presto per un reinserimento forzato dopo anni di isolamento (lavoro a parte)
Vorrei attuare una strategia di reinserimento, ma non so bene ancora da dove iniziare. A volte mi prende un po' di ansia soprattutto quando devo andare dai miei, figuriamoci quando sono le feste e c'è l'invito di qualcuno..l'ansia anticipatoria più totale. Lì neanche servono i tranquillanti, è proprio uno status mentale.
Prima devo cercare di star bene fisicamente e di curare le somatizzazioni. Se ogni volta che vedo qualcuno mi prende il mal di pancia è impossibile anche iniziare. Credo che a settembre consulterò uno psichiatra e poi successivamente uno psicologo, non voglio mollare così, ci voglio riprovare.

ultima modifica il: 11-10-2018 - 8:49:30
Sito Realizzato da Palombizio Valerio Giuseppe